guidacuffie 2019-05-23T15:15:58+00:00

Le cuffie: una piccola introduzione al mondo del sonoro

La vita senza la musica sarebbe un errore
scriveva il celebre filosofo tedesco Friedrich Nietzsche.

Nel suo libro “Il crepuscolo degli idoli” (1869) riferendosi ad una delle arti più espressive dell’essere umano nella sua complessità . Un’arte che ben si affianca a pittura, poesia, scultura e così via che hanno caratterizzato l’evoluzione del genere umano. Sia che stiamo guardando un programma televisivo o un film, viaggiando in autobus, aspettando in ascensore o in fila al supermercato, lavorando in ufficio, la musica è sempre lì al nostro fianco.

Magari trasmessa da potenti altoparlanti, dalle note di un’orchestra oppure racchiusa tra le nostre orecchie, essa è sempre con noi in ogni momento della nostra giornata. Per potercela dunque godere appieno senza disturbare nessuno ed averla sempre con noi i mezzi a nostra disposizione sono sempre stati piuttosto variegati. Si è infatti partiti dai primi grammofoni passando per i vinili (oggetto di revival in quest’ultimo periodo), le audiocassette, i compact disc ed i file in Mp3 compressi in dispositivi come gli appositi lettori che hanno poi lasciato spazio a smartphone e tablet senza dimenticare il computer con lo streaming su YouTube e Spotify per citarne un paio. A questi device bisogna però abbinare qualcos’altro ovvero un paio di buone cuffie degne di questo nome che ben si prestino, oltre alla riproduzione audio, anche alle nostre esigenze come ascoltatori.

Il mercato sa infatti come offrire moltissimi tipi diversi di esperienze sonore a seconda delle tasche dei consumatori. Si è infatti vista una netta distinzione tra cuffie sovraurali (le classiche “cuffione” da collegare agli impianti Hi – Fi) e gli auricolari in – ear (più piccoli e portatili messe anche in bundle con l’acquisto di un lettore Mp3 o di uno smartphone), ma sarebbe un errore altrettanto grande non considerare le altre tipologie.

Una piccola tipologia di cuffie da tenere sempre all’orecchio

I tipi principali sono infatti le già accennate auricolari in – ear (vero e proprio simbolo di portabilità, ma anche più soggette ad usura), le cuffie bluetooth e wireless (ovvero come scordarsi dei cavi sfruttando due tecnologie diverse) e quelle studiate appositamente per il gaming (un’affascinante esempio di evoluzione dei device allo stesso passo delle avventure virtuali). Naturalmente verranno approfondite in seguito con delle spiegazioni esaustive. Tornando a noi, cablate e non, queste cuffie sono dunque il lasciapassare per un mondo di suoni, sfumature ed emozioni che solo la disposizione delle note sul pentagramma è in grado di dare.

BLUETOOTH

Vai!

WIRELESS

Vai

IN EAR

VAI!

OVER EAR

VAI!

GAMING

VAI!

Come scegliere il vostro personalissimo paio di cuffie

“Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”

recita un celebre adagio, ma possiamo tranquillamente sfumarlo in “dimmi cosa ascolti e ti dirò che cuffie vuoi”. La scelta di un paio di cuffie può sembrare banale e scontato a prima vista, basta vedere il modello che più ci piace, ma che non costi troppo ed il gioco è fatto. Bene, non c’è niente di più sbagliato! Scegliere il giusto paio di cuffie è una decisione fondamentale che ci accompagnerà per tutta la durata della nostra “immersione sonora” e, al pari dell’equipaggiamento in un gioco di ruolo, sarebbe alquanto dispendioso e scocciante doverlo cambiare troppo spesso non trovate? Quindi quali sono i punti da tenere maggiormente in considerazione quando si deve scegliere un paio di cuffie? Vediamoli assieme!

Se siamo dei musicisti, dei fonici o dei deejay allora difficilmente ci potremmo accontentare di piccoli auricolari ed opteremo per cuffie sovraurali grandi e comode, oltre che in grado di cogliere tutte le sfumature dello spettro sonoro. Stessa cosa se siamo dei patiti di videogiochi e desideriamo immergerci totalmente nel nostro titolo preferito (anche a livello competitivo). Se vogliamo usarle mentre viaggiamo sui mezzi pubblici o facciamo sport, invece, allora gli auricolari sono la scelta giusta.

se un determinato tipo di cuffia può ben adattarsi a più usi diversi che vanno dal godersi un film oppure un disco passando agilmente per dispositivi come il computer, la televisione, lo smartphone, le diverse console di gioco e così via.

dobbiamo anche considerare la qualità ed il peso dei materiali e se sono sostituibili con dei ricambi già presenti nella confezione. Se abbiamo ad esempio una vita più frenetica e movimentata allora si può risparmiare il giusto andando sulla plastica, la gomma ed il silicone di qualità, ma occhio ai tipi di gommini. Per i più esigenti e “sedentari” allora lo spessore del cavo, l’eventuale adattatore jack oppure USB, i rivestimenti dei padiglioni auricolari e dell’archetto giocano un ruolo importantissimo.

se usiamo infatti delle cuffie wireless o bluetooth la cosa peggiore che possa succederci è che le cuffie si scarichino rapidamente durante l’arco di una giornata oppure nel bel mezzo di una partita oppure un’attività sportiva (pensate ad una brusca interruzione di “Eye of the Tiger” nel pieno di una corsa ad esempio). Una grande scocciatura soprattutto se non si ha di come ricaricarle a portata e, in ogni caso, bisogna aspettare qualche ora per una carica completa o quantomeno accettabile.

è poi uno dei punti più evidenti da tenere in considerazione e quindi è sempre meglio capire quanto le cuffie che sceglieremo saranno in grado di adattarsi alla nostra fisionomia craniale, analizzate la memory foam e il grado di estensione di archetto e padiglioni auricolari, tenendo conto anche del loro peso e delle dimensioni. Sempre a proposito di forma date un occhio anche alla fisionomia delle cuffie perché anche l’occhio vuole la sua parte.

del quale, ahimè, bisogna sempre tenere conto. Ci sono infatti modelli di tutti i tipi per tutte le tasche e quindi anche il portafoglio vuole essere giustamente “ascoltato”. Scegliete dunque con accuratezza in base al rapporto qualità – prezzo tenendo a mente quanto scritto sopra tenendo sempre bene a mente le vostre esigenze. Evitate di comprare però un paio di cuffie affidandovi solo al prezzo basso senza averle valutate attentamente perché, in quasi tutti i casi, ve ne pentirete pochi giorno dopo l’acquisto.

Dove è meglio acquistare il vostro paio di cuffie?

L’acquisto di un paio di cuffie può essere fatto sia in un negozio fisico tradizionale (dalle grandi catene dell’elettronica come ad esempio Mediaworld, Euronics, Trony e così via fino ai negozi più specializzati di determinati brand) oppure più comodamente online (Amazon è sempre un ottimo esempio nella vasta offerta che dà la rete), ma anche qui si pone un dilemma.

Dove è meglio andare per comprarle quindi?

I pro ed i contro dell’acquistare in un negozio

In un negozio “fisico” avrete a disposizione una certa scelta di cuffie e prodotti ad esse collegate (adattatori, kit per la pulizia, parti di ricambio eccetera) e potrete essere assistiti da un commesso che vi guiderà nell’acquisto a seconda del vostro budget, dell’idea iniziale, degli eventuali sconti e delle vostre esigenze. Inoltre potrete anche provare le cuffie con mano, anzi con orecchio, saggiando peso, qualità dei materiali e della riproduzione sonora. Nel complesso si tratta dunque di una buona opzione che, purtroppo, non è del tutto esente da limitazioni. In primo luogo il tempo che, si sa, è denaro e non torna mai indietro.

Per una scelta ben ponderata ce ne vuole già un bel po’ e quindi immaginate di dover sommare a quelle ore il doversi recare fisicamente al negozio, trovare un commesso libero, aspettare in fila alla cassa e poi ritornare a casa nel traffico, magari nell’ora di punto, perdendo così ulteriore tempo. Inoltre la gamma di scelta può rivelarsi piuttosto esigua ed il prodotto che cercate ci metterà qualche giorno prima di essere nuovamente disponibile sugli scaffali se non doveste trovarlo subito. Se pensate alla confusione di un negozio sotto le feste poi …

I pro ed i contro dell’acquistare su Amazon

Amazon è certamente il sito migliore in assoluto per il vostro shopping online con centinaia di prodotti, offerte e sconti aggiornati settimana per settimana che potete sfogliare stando comodamente seduti. Qualche rapido click del mouse, o tap su smartphone e tablet, ed il prodotto scelto è già nel carrello e pronto per essere spedito direttamente a casa vostra oppure in un altro punto di ritiro. Video, foto dettagliate ad alta risoluzione, e recensioni, anche da parte degli utenti, correlano i link di Amazon che garantiscono affidabilità e rapidità nella consegna. Se poi le cuffie che avete scelto dovessero non piacervi allora potrete sempre rimandarle indietro risparmiando così ulteriore tempo rispetto alle file infinite nei negozi.

Tra gli aspetti negativi vi è forse la possibilità che il prodotto da voi scelto non sia immediatamente disponibile ed il non poter saggiare con mano la qualità dei materiali e dell’audio. Problemi che possono essere tranquillamente risolti con la rapidità con cui Amazon aggiorna i suoi cataloghi e la possibilità di rimandare al mittente il prodotto scelto. A questo punto l’unico vero problema potrebbe essere il doversi recare alle poste se il corriere di Amazon non vi ha trovato a casa oppure la vasta, ma anche questi sono dei punti su cui si può tranquillamente soprassedere.

La scelta perfetta del musicista

Le Beyerdynamic DT 770 Pro si rivelano essere davvero tutto quello di cui ha bisogno il musicista professionista, o anche il fonico, per cogliere ogni singola sfumatura delle note alla base delle sue stesse composizioni. Per una somma di circa 160 € poi non è affatto male! Se invece vi trovate sul palco e volete sentire il giusto clic del metronomo o altre comunicazioni allora gli auricolari Shure SE 215 (disponibili per circa 100 €) sono precisi ed affidabili.

Per gli ascoltatori più sportivi e dinamici

Progettate appositamente per gli amanti del fitness e dello sport ci sono le Pioneer CL5BT (dal costo di neanche 30 €) in grado di resistere ad ogni urto e velocità grazie al pratico sistema a clip applicabile su indumenti tecnici e giacche a vento. Resistenti inoltre ad acqua e sudore sono l’ideale per ogni tipo di allenamento dando anche la possibilità di rispondere al telefono grazie al microfono incorporato.

Fate il vostro gioco con le cuffie da gaming

Studiate per i gamer più esigenti che vogliono una qualità audio sopra la media quando si dedicano al loro titolo preferito, magari anche online, per un’esperienza videoludica immersiva ed emozionante ci sono le Turtle Beach Stealth 600. Look cibernetico e led luminosi degni del miglior “Tron”, le cuffie dell’azienda californiana urlano gioco da ogni componente. Batteria con 15 ore di carica per supportare anche le partite più lunghe, sistema audio impeccabile, microfono pratico e non ingombrante, tecnologia ProSpecs anche per chi porta gli occhiali. Che volete di più per circa 100 €?

Le migliori cuffie a poco prezzo

Con i suoi neanche 20 €, le cuffie Philips SHL3060BK sanno perfettamente come coniugare una buona qualità audio con il giusto prezzo. Affidabili e resistenti, sono la chicca del celeberrimo brand olandese famoso in tutto il mondo. Linee semplici ed essenziali si intersecano poi nella comodità che ha sempre distinto Philips in maniera armoniosa e delicata.

Il futuro nell’orecchio

Le Bang & Olufsen Beoplay E8 Premium hanno sicuramente il loro prezzo “importante” (senza le offerte si arriva a 300 €), ma il loro look futuristico, la durata della batteria, l’essere un prodotto di alto design e la qualità dei materiali sono veramente al top di gamma e vi faranno scordare le più “classiche” AirPods della Apple.